Venerdì abbiamo partecipato alla tavola rotonda “Quale ruolo della cooperazione per l’empowerment delle donne domestiche migranti. Il caso Etiopia – Libano”.

Le donne migranti, tra cui le lavoratrici domestiche, sono uno dei gruppi sociali più vulnerabili ad abusi e violenze. Spesso non sono riconosciute come lavoratrici e sono ulteriormente discriminate in quanto migranti e donne.

Lo scopo dell’evento è stato quello di contribuire alla redazione delle prossime linee guida della cooperazione italiana su migrazioni e sviluppo.

 

 GUARDA LA REGISTRAZIONE 

 

 

Video – Quale ruolo della cooperazione per l’empowerment delle donne domestiche migranti. Il caso Etiopia – Libano
Tag: