Provincia Autonoma di Trento-page-001

 

flag_yellow_high

 

 

 

 

 

 

 

REVISIONE DEI CURRICOLI DELLA SCUOLA PRIMARIA

IN 10 PAESI EUROPEI

 

La Provincia autonoma di Trento (PAT) dal 2015 al 2018 sarà capofila di un progetto europeo che vede la partecipazione di 10 nazioni il cui titolo è Global Schools: EYD 2015 to embed Global Learning in primary education.

Per l'Italia oltre alle rappresentanze trentine il partenariato vede la presenza di CVM e la Regione Marche.

Le attività prevedono la diffusione dell'educazione globale nei curricoli delle scuole primarie (differentemente da quanto accade nel progetto europeo Critical review… guidato da CVM e rivolto alle scuole secondarie) e prevedono un forte coinvolgimento delle diverse autorità locali europee.

 

La finalità di lungo periodo

è un cambiamento culturale nell'insegnamento, volto a rendere gli studenti più consapevoli dei meccanismi  storici, geografici e sociali che favoriscono la diminuzione delle povertà, la tutela dei diritti umani, la promozione di stili di vita sostenibili.

 

L'obiettivo specifico

è quello di progettare e promuovere modelli di educazione globale nell'istruzione primaria  attraverso la creazione di una rete europea di 155 scuole che in modo strutturato integrino l'educazione globale nei loro curriculum.

 

 

Attività proposte

 

I gruppi di esperti e del Comitato Scientifico Internazionale si concentreranno sulla fornitura di competenze tecniche per integrare le competenze di educazione globale nel curriculum attraverso:

  • analisi dei curricula per individuare i) punti di ingresso per la diffusione del Global learning (da qui in poi “educazione globale”), ii) identificazione delle principali competenze di educazione globale da inserire nel curriculum;
  • fornitura di consulenza metodologica per i) la produzione di risorse educative e ii) per la formazione degli insegnanti.

La formazione delle autorità locali le aiuterà a promuovere l'educazione globale nell'istruzione primaria e a guidare le tavole rotonde  multi-stakeholder.

Il seminario internazionale per le autorità locali consentirà loro di mettere a confronto i ruoli e le esperienze delle autorità locali nell'educazione globale in 10 paesi dell'Unione Europea.

Le tavole rotonde saranno luoghi dove enti locali, ONG, scuole, centri di formazione e università potranno conoscersi, scambiare opinioni ed esperienze e pianificare il lavoro congiunto di sensibilizzazione e promozione nella pratica scolastica delle tematiche relative all'educazione globale. A seconda della situazione nel paese, le tavole rotonde saranno presiedute dalle autorità locali o dalle ONG.

La produzione di risorse educative è essenziale per lo sviluppo dei nuovi curriculum: comitati scolastici composti da docenti ed esperti produrranno il materiale che sarà testato e utilizzato nella formazione degli insegnanti.

La formazione degli insegnanti sarà progettata attraverso una ricerca-azione per capire ciò che funziona in termini di approcci e quali sono i cambiamenti possibili nelle pratiche di insegnamento. Questi esiti a loro volta influenzeranno il design delle risorse educative e la formazione degli insegnanti che avverrà anche attraverso scambi europei.

Le ONG saranno formate per facilitare la co-docenza sui temi dell'educazione globale.

La condivisione di esperienze nel partenariato europeo sarà facilitata attraverso il comune accrescimento di consapevolezza i) sulle tematiche dell'educazione globale ii) e sulla promozione dell'educazione globale nella pratica scolastica.