L’acqua è vita – Le braccia sono morte – La comunicazione apre la nostra comprensione

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, il 22 marzo, le Nazioni Unite stimano:

In tutto il mondo, più persone muoiono ogni anno da acqua non sicura che da tutte le forme di violenza, inclusa la guerra“.

Il controllo dell’acqua da parte di grandi imprese multinazionali potrebbe diventare una delle principali fonti di conflitto in questo secolo” Papa Francesco Laudato Sì

CVM da oltre 40 anni ha portato acqua potabile a milioni di persone in Etiopia – intere comunità hanno beneficiato, i bambini hanno aumentato lo stato di salute e l’accesso all’istruzione; le famiglie sono economicamente più produttive; le donne hanno più tempo per prendersi cura della famiglia e lavorare nei campi. Le famiglie con accesso all’acqua potabile possono uscire dallo stato di estrema povertà.

In questi 40 anni, ciò che è stato detto del CVM e dei suoi interventi sull’acqua.

In relazione ai programmi idrici, CVM ha la reputazione di combinare un lavoro tecnico efficace con un lavoro di comunità appropriato. Pertanto, le strutture fisiche sono progettate e costruite in modo appropriato mentre, allo stesso tempo, vengono create le strutture di gestione della comunità per garantire la sostenibilità del sistema. I dipartimenti di linea governativi sono coinvolti in tutte le attività del programma, dalla pianificazione alla fase di implementazione; questo ha aiutato il trasferimento di abilità e la creazione di un senso di proprietà. “Strategic Evaluation” – John Grindle and Getachew Kasa 

Nonostante gli sforzi del CVM, i problemi di accesso all’acqua nel 2018 a livello globale rimangono una grande sfida: ogni 90 secondi un bambino muore di malattie legate all’acqua, 1 milione di persone muoiono ogni anno a causa di acqua, servizi igienici e malattie legate all’igiene. Le comunità rurali – che sono emarginate dalla loro posizione remota e una continua mancanza di finanziamenti per i servizi di base – sono il principale problema delle conseguenze della mancanza di acqua potabile.

È tragico quando si spendono miliardi ogni giorno per acquisti di armi e guerra. Gli stessi governi che investono denaro in progetti di sviluppo come lo sviluppo idrico stanno vendendo armi per promuovere la distruzione della vita umana con profitti molto maggiori di quelli che hanno investito nello sviluppo delle persone.

Il nostro mondo ha un grave debito sociale verso chi non ha accesso all’acqua potabile, perché il diritto ad una vita coerente con la propria inalienabile dignità. (Sezione 30) Papa Francesco Laudato Sì
Oggi siamo anche parte di un mondo in cui le comunicazioni sono molto più accessibili: le informazioni sono facilmente disponibili anche per i giovani. I fatti possono essere facilmente accessibili. Il numero di utenti che hanno un telefono cellulare nel 2019 raggiungerà 5,07 miliardi = 62,9% di persone a livello globale. Il 90% dei bambini in Gran Bretagna tra 8-14 anni ha telefoni cellulari e la media mensile di costo è 20/30 euro. L’Italia raggiunge il 68,1%, di cui il 65,6% è rappresentato da smartphone.

Allo stesso modo, a livello globale 2,4 miliardi di persone mancano ancora di acqua potabile sicura nelle loro case, mentre 4,5 miliardi di persone non dispongono di servizi igienici sicuri gestiti.
Non c’è da rimandare lo sviluppo tecnologico che va avanti per tutti coloro che possono permetterselo e non può essere altrimenti. Tuttavia può esserci un equilibrio con i nostri bisogni e i bisogni basilari di milioni di persone nel mondo di cui l’acqua è un diritto fondamentale. Oggi possiamo bilanciare / ridurre un po’ i nostri bisogni e aiutare i nostri figli a capirlo, così gli altri possono avere le basi. La nostra vita semplice consente agli altri di vivere semplicemente.

L’impatto semplice di avere acqua pulita significa vita per milioni di persone. CVM ha assistito a questo durante i 40 anni di lavoro con le comunità locali. L’acqua non è individuale, è una priorità della comunità ed esse lavorano insieme per avere accesso all’acqua pulita – scavano fognature, trasportano sabbia e pietre, tutto funziona liberamente. Perché questo sforzo concertato? Hanno vissuto le conseguenze dell’uso di acqua sporca – hanno vissuto e guardato i loro bambini morire di diarrea, colera ecc.. conoscono i costi delle medicine per i parassiti intestinali – denaro che non possono permettersi di pagare o che non hanno. Come possono le famiglie e intere comunità uscire dalla povertà quando vengono loro negate le basi. CVM comprende bene la fragilità di intere famiglie che vivono sull’equilibrio tra vita e morte – così rapidamente la vita può cambiare per loro con malattia e morte, e la morte per malattie trasmesse dall’acqua è una tragedia quotidiana.

Un particolare problema serio è la qualità dell’acqua disponibile per i poveri. Ogni giorno, l’acqua non sicura provoca molti decessi e la diffusione di malattie legate all’acqua, comprese quelle causate da microrganismi e sostanze chimiche. Dissenteria e colera, legate ad un’igiene inadeguata e alle risorse idriche, sono una causa significativa della sofferenza e della mortalità infantile (sezione 29) Papa Francesco Laudato Sì “Ma l’acqua continua a essere sprecata, non solo nei paesi sviluppati ma anche nei paesi in via di sviluppo che la possiedono in abbondanza” 

Per CVM l’acqua è vita per intere comunità – salute e istruzione dei bambini, salute delle donne, aumento della produttività per le famiglie intere, maggiore nutrizione per i bambini, acqua pulita significa famiglia in salute e quindi maggiori risparmi. CVM continua a sforzarsi a portare acqua potabile nelle comunità rurali perché crediamo che questo sia il loro diritto fondamentale e la prima possibilità di affrontare la povertà. I volontari del CVM e il personale locale hanno percorso i sentieri rurali dell’Etiopia, i villaggi rurali accessibili solo da muli in cui vivono grandi popolazioni e cercano di sopravvivere contro le probabilità delle malattie portate dall’acqua non potabile. CVM ha implementato sistemi di acqua potabile – proteggendo le sorgenti naturali, sviluppando pozzi scavati a mano, portando grandi sorgenti nei villaggi attraverso sistemi gravitazionali e dove le comunità non hanno fonti d’acqua accessibili come CVM di ultima istanza che perfora pozzi profondi. L’accesso all’acqua potabile è stato facilitato per intere comunità, nelle scuole, nei centri sanitari, nelle carceri – varie forme di popolazioni rurali insediate a pastori – dalle persone agli animali (poiché i siti hanno abbeveratoi per gli animali dove necessario), le lastre di lavaggio vengono aggiunte per le donne per lavare i vestiti. Anche le strutture igienico-sanitarie sono state migliorate a livello delle famiglie e le latrine costruite nelle scuole, che aiutano moltissimo le educatrici delle bambine ad accedere a latrine sicure e funzionali.

Si prevede che più di 9 milioni di persone saranno senza acqua potabile quest’anno solo in Etiopia“. Unicef

I progetti CVM hanno un impatto e sono sostenibili come descritti da John Grinde Evaluator:

I progetti intrapresi da CVM non hanno alcun problema in termini di sostenibilità perché è un concetto chiaramente costruito nella strategia di ciascun progetto e di ciascuna attività. L’approccio di sviluppo seguito da CVM è altamente favorevole alla sostenibilità della produzione del progetto. Ciascuno degli interventi del progetto è stato identificato e implementato congiuntamente con le comunità

A livello internazionale – Singapore commemora la Giornata mondiale dell’acqua con una campagna di un mese per celebrare l’acqua, apprezzare l’acqua e aumentare la consapevolezza sulla conservazione dell’acqua “Make Every Drop Count“, il tema della Singapore World Water Day 2018 continua a puntare l’attenzione sugli sforzi collettivi verso la conservazione dell’acqua. Tutti contano per far si che ogni goccia conti!

CVM chiede a tutti voi di aiutarci a rendere ogni goccia potabile per le popolazioni rurali in Etiopia, e chiede inoltre ai leader internazionali e nazionali di mantenere le promesse per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile, compreso un obiettivo per garantire l’accesso a fonti di sicurezza acqua e servizi igienico-sanitari.

Marian Lambert – Direttore CVM

L’acqua è vita