Sikudhani Mrisho, 29 anni, ha frequentato la formazione professionale in sartoria, organizzata da CVM e Bagea (Bagamoyo Girls Education Association), nel villaggio di Kibaha (Regione di Pwani) sette anni fa. Nel 2014 ha migliorato le sue abilità grazie al corso di ricamo. Oggi ha un laboratorio di cucito in una strada secondaria del villaggio di Kiwangwa, nel Distretto di Bagamoyo. La posizione periferica rispetto alla strada principale non rappresenta un problema, perché la gente la conosce e apprezza il suo lavoro. Nel suo negozio dispone di due macchine da cucire, una per lei e una per la ragazza a cui sta insegnando le conoscenze apprese come “educatore tra pari” (peer-education).

La storia di Sikudhani è simile a quella di tante sue coetanee, dopo aver terminato la scuola primaria è rimasta per un anno a casa. I suoi genitori hanno divorziato quando era ancora adolescente ed è andata a vivere con la nonna, la quale, a causa della mancanza di soldi non ha potuto garantire la sua istruzione secondaria. Quando Sikudhani ha sentito parlare della formazione professionale sulla sartoria sostenuta da CVM e BAGEA nel 2010, ha immediatamente aderito all’associazione.

Sikudhani Mrisho nella bottega aperta dopo la formazione da sarta che ha ricevuto col supporto di CVM.

Bagea è stata fondata nel 2008 da 11 membri supportati da CVM /APA Tanzania per aiutare le giovani donne a intraprendere il percorso di studi universitari.Fornire educazione di qualità, equa e inclusiva” o quello che si pone l’obiettivo di garantire “Opportunità di apprendimento per tutti”. Lo stesso documento redatto dall’ONU spiega che: “un’istruzione di qualità è la base per migliorare la vita delle persone e raggiungere lo sviluppo sostenibile”. Poiché è con la formazione scolastica che si può: “Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile” e “Ridurre le disuguaglianze” (Entrambi obiettivi dell’Agenda 2030).

Attualmente l’Associazione ha più di 260 membri e sostiene le ragazze che hanno bisogno di accedere alla scuola elementare, alla formazione professionale e all’istruzione superiore, attraverso prestiti a rotazione o sostegno scolastico. Promuove il diritto delle ragazze all’educazione e il riscatto delle donne nel mondo del lavoro e nella società tanzaniana. Grazie ai training, CVM e BAGEA forniscono sia istruzione per la “Uguaglianza di genere” (obiettivo 5), sia opere di sensibilizzazione alla prevenzione dell’HIV, alle questioni GBV (Gender Based Violence), sui diritti delle donne e sulla presa consapevolezza della propria forza nel settore lavorativo/sociale.

Oggi, Sikudhani ringrazia CVM per l’opportunità di crescita e inclusione che le è stata fornita. Gestisce la propria attività con zelo, condivide le lezioni apprese con altre ragazze, così da dare loro prospettive d’indipendenza economica. Divide le sue giornate tra lavoro, famiglia e il suo bambino piccolo, che riempie di amore.

 

Manuela De Angelis – Servizo civile CVM Tanzania

Educazione e formazione in nome della sostenibilità | Come l’associazione Bagea ha cambiato la vita di Sikudhani Mrisho