Cos'è il “5 per mille”?

 

La legge finanziaria hanno previsto la possibilità della destinazione in base alla scelta del contribuente di una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a finalità di sostegno del volontariato, ONLUS, associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute; finanziamento della ricerca scientifica e delle università; finanziamento della ricerca sanitaria; attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente.

 

La scelta del contribuente: come fare

 

Potrai destinare la quota del 5 per mille della tua imposta sul reddito delle persone fisiche (le società non avranno questa opportunità) relativa al periodo d’imposta, apponendo la firma in uno dei quattro appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione (CUD; UNICO persone fisiche). Oltre alla firma, devi altresì indicare il codice fiscale del soggetto cui intendi destinare la quota del 5 per mille.

La scelta di destinazione del 5 per mille non influisce su quella dell’8 per mille di cui alla legge n. 222 del 1985 e non cambia la quota di imposte.

NB: E’ consentita una sola scelta di destinazione.