Care amiche,

auguri a tutte per l’8 marzo, Festa della donna, momento di riflessione, di gioia, di speranza, di condivisione.

Per questa giornata così importante vogliamo mostrarvi alcune storie dalla Tanzania che ci parlano di donne e di impegno, di diritti e di speranze. Storie che vengono dai progetti di cooperazione sostenuti da CVM grazie alla solidarietà dei donatori.

La prima storia è quella di Tatu, vittima di violenza domestica. Umiliata, picchiata e privata della propria dignità, Tatu è riuscita a denunciare l’uomo che amava anche grazie all’aiuto di CVM, che le ha dato gli strumenti per difendersi. Una vicenda che lega l’Africa all’Europa, perché anche nel nostro continente la violenza sulle donne è una piaga ancora da estirpare e combattere.

Qui invece leggete le storie di alcune donne che credono nel lavoro come forma di emancipazione, rispetto, risorsa, strumento per mandare i propri figli a scuola. E che – grazie ai donatori di CVM – hanno potuto imparare a fabbricare sapone e a essiccare il pesce, attività di micro imprenditoria domestica, grazie alle quali hanno messo a frutto la propria intraprendenza.

Oppure potete leggere del riscatto di un gruppo di lavoratrici particolarmente esposte ad abusi e violenze, la bar worker, le lavoratrici dei bar. E scoprire come queste donne, grazie ai corsi supportati da CVM, abbiano imparato a conoscere i propri diritti, e a mettersi più al riparo da abusi e sfruttamenti. Perché la libertà e la sicurezza in se stesse passa anche per la conoscenza.

Infine vogliamo parlarvi un gruppo di donne sieropositive di Bagamoyo, che hanno fondato una piccola cooperativa di micro credito, e hanno così trovato la forza di guardare oltre la malattia e di affacciarsi alla vita con rinnovata gioia ed entusiasmo.

Gli articoli che avete letto sono stati scritti dai volontari del Servizio civile nazionale con CVM, impegnati a Bagamoyo e già pubblicati nel nostro sito.

Felice 8 marzo a tutte!

CVM – Comunità Volontari per il Mondo

 

 

Il gruppo per il miro-credito di donne sieropositive, aperte alla vita e al lavoro. 
Buon 8 marzo a tutte, con le storie delle donne tanzaniane