PUBBLICATA LA GRADUATORIA DEFINITIVA, CLICCA QUI

 

Prot. n. 115-2-FAMI                                                              Porto San Giorgio, 06/04/2017

 

 

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI 3 DOCENTI ESTERNI ESPERTI NELL’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO COME SECONDA LINGUA PER LE ESIGENZE DEI CORSI DI LINGUA ITALIANA A STRANIERI ORGANIZZATI NELL’AMBITO DEL PROGETTO FAMI – PROG 450 “La lingua per l’inclusione sociale e la cittadinanza. Percorsi di insegnamento e apprendimento dell’italiano L2 per soggetti vulnerabili nelle province di Fermo e Ascoli Piceno”. Obiettivo Specifico: 2.Integrazione/Migrazione legale – Obiettivo Nazionale: 2. Integrazione – lett. h) Formazione civico linguistica – Servizi sperimentali di formazione linguistica.

 CUP E79G17000040009

 

 

IL PRESIDENTE CVM

 

VISTO il Decreto prot. n. 19738 del 24/12/2015, con cui l’Autorità Responsabile ha adottato l’Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 “Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – Obiettivo Specifico 2 – Obiettivo nazionale 2 – “Formazione civico linguistica” – Servizi sperimentali di formazione linguistica.”

 

VISTA la comunicazione del CVM Comunità Volontari per il Mondo prot.n. 107-2-FAMI del 03/04/2017 con la quale si comunica l’avvio delle attività del progetto FAMI PROG-450

 

ACQUISITA la Convenzione di sovvenzione FAMI codice progetto PROG-450, sottoscritta il 30/03/2017 tra CVM Comunità Volontari per il Mondo, in qualità di capofila, e Ministero dell’Interno nella sua di Autorità Responsabile del “Fondo Asilo, Migrazione Integrazione”

 

VISTO l’art.7, comma 6 del D.Lgs.n. 165/2001;

 

CONSIDERATO che per l’attivazione dei percorsi si rende necessario doversi avvalere di esperti esterni;

 

VISTO il Vademecum di attuazione dei progetti selezionati sulla base delle modalità Awarding boardin

DECRETA 

 

Art. 1 OGGETTO

È indetto un bando pubblico, per la selezione di 3 docenti esterni cui affidare incarichi di insegnamento a tempo determinato nei percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana rivolti a cittadini di paesi terzi da realizzarsi nell’ambito del progetto PROG 450 “La lingua per l’inclusione sociale e la cittadinanza. Percorsi di insegnamento e apprendimento dell’italiano L2 per soggetti vulnerabili nelle province di Fermo e Ascoli Piceno”.

 

ART. 2 TIPOLOGIA DEI CORSI

Gli esperti esterni selezionati saranno utilizzati per attivare percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana su tutto il territorio interprovinciale (province di Fermo e Ascoli Piceno, sedi di San Benedetto del Tronto, Grottammare, Fermo, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio) secondo le esigenze individuate dal CVM e dai partner di progetto.

Sono previsti moduli di accoglienza, di livello pre-A1, A1, A2.

Le attività potranno svolgersi in orario mattutino, pomeridiano e serale sulla base di calendari predisposti dal Gruppo di coordinamento di progetto. I corsi sono finalizzati prioritariamente al conseguimento dell’attestazione del livello A2 di conoscenza della lingua italiana e, per quanto attiene alla definizione dei contenuti, fanno riferimento alle Linee guida per la progettazione dei percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana emanate dal MIUR, nonché ai risultati dell’analisi preliminare effettuata e alle decisioni prese dal Gruppo di Lavoro sull’It. L2.

All’inizio e al termine del percorso ciascun esperto dovrà predisporre e somministrare una prova di verifica tesa a valutare il possesso delle competenze previste nonché produrre una breve relazione sull’attività svolta. La prestazione sarà espletata personalmente dai soggetti selezionati.

I docenti dovranno inoltre partecipare agli incontri quindicinali del Gruppo di lavoro L2 e ai percorsi formativi previsti dal progetto.

 

ART. 3 – MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Gli interessati possono ritirare presso la segreteria del CVM, viale delle Regioni, 6 – Porto San Giorgio o scaricare direttamente dal sito www.cvm.an.it il bando e gli allegati.

La domanda di ammissione alla selezione, redatta in lingua italiana, in carta semplice ed in conformità al modello allegato al presente bando (Allegato A), sottoscritta dal candidato a pena di esclusione, deve essere indirizzata al CVM, viale delle Regioni, 6 – 63822 Porto San Giorgio (FM) entro il termine perentorio delle ore 18:00 di venerdì 14 aprile 2017. La domanda di partecipazione deve essere presentata, ad esclusione di qualsiasi altro mezzo, con una delle seguenti modalità:

  • mediante raccomandata postale AR;
  • mediante trasmissione per via telematica all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) cvm@pec.it. In tal caso il messaggio dovrà riportare nell’oggetto la seguente dicitura: “domanda di selezione docenti esterni FAMI-PROG-450” ed i file allegati al messaggio di posta elettronica dovranno essere in formato PDF;
  • mediante consegna diretta all’Ufficio protocollo CVM, viale delle Regioni, 6 – 63822 Porto San Giorgio, aperto nei seguenti giorni ed orari: dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle 18:00

La data di acquisizione delle istanze è comprovata:

  • nel caso di presentazione diretta: dalla data indicata dal protocollo rilasciato all’atto della consegna;
  • nel caso di spedizione con raccomandata AR: dal timbro di accettazione dell’Ufficio Postale di spedizione;
  • nel caso di invio a mezzo posta elettronica certificata (PEC): dalla data indicata nella ricevuta di accettazione.

L’Associazione declina ogni responsabilità dovuta alla dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, e/o per eventuali disguidi postali o telematici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.L.vo 30 giugno 2003, n. 196) si precisa che il trattamento dei dati contenuti nell’istanza di partecipazione alla selezione è finalizzato unicamente alla gestione del procedimento e lo stesso avverrà con utilizzo di procedure informatiche e di archiviazione cartacea dei relativi atti. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione. Il mancato assenso al trattamento dei dati comporta pertanto la non accettazione della domanda.

 

Nella domanda gli interessati dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità:

  • cognome e nome;
  • luogo e data di nascita;
  • codice fiscale;
  • cittadinanza;
  • il possesso dei requisiti richiesti all’art. 4 del presente bando, specificando, per quanto riguarda il diploma di laurea, l’istituzione che lo ha rilasciato, la data e la votazione conseguita;
  • di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti;
  • di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego statale ai sensi dell’art. 127, lettera d), del T.U. n. 3/1957;
  • (Solo per i cittadini stranieri) di essere in regola con le norme relative al permesso di soggiorno e l’autorizzazione al lavoro e di essere in possesso della certificazione di conoscenza della lingua italiana di livello C2 rilasciata da uno dei quattro enti certificatori.
  • Il domicilio eletto ai fini della selezione pubblica, con esatta indicazione del numero di codice di avviamento postale. Ogni eventuale variazione dello stesso dovrà essere tempestivamente comunicata al CVM. Dovrà essere indicato un recapito telefonico ed un indirizzo di posta elettronica.

La mancanza della firma in calce alla domanda è causa di esclusione dalla selezione.

 

Alla domanda il candidato dovrà inoltre allegare:

  1. Allegato B – Requisiti specifici oggetto di valutazione
  2. Curriculum vitae e studiorum (datato e firmato) redatto secondo il formato europeo;
  3. Fotocopia, debitamente firmata, di un documento di identità in corso di validità e del codice fiscale.

 

ART. 4 – REQUISITI DI AMMISSIONE

Per l’ammissione alla selezione è richiesto, a pena di esclusione, il possesso dei seguenti requisiti:

1. Titolo di studio:

a. diploma di laurea vecchio ordinamento o laurea magistrale in Lettere, Lingue e Letterature straniere, Materie letterarie, Pedagogia, Lingua e cultura italiana, Lingue e culture europee, Scienze della formazione/educazione, Lingua e cultura italiana per l’insegnamento a stranieri ovvero uno dei titoli di accesso alla classe di concorso A23;

ovvero

b. altri diplomi di laurea (diversi dai precedenti) del vecchio ordinamento o magistrali o lauree triennali afferenti agli ambiti di cui al punto a)

ovvero

c. Master universitario in didattica dell’italiano come lingua seconda di I o II livello;

2. età non inferiore ad anni 23;

3. godimento dei diritti civili e politici: non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo;

4. non avere riportato condanne penali passate in giudicato, né avere procedimenti penali in corso

5. non trovarsi in situazioni di impedimento e/o incompatibilità connessi alla propria condizione lavorativa o professionale;

6. non essere stato destituito, dispensato, licenziato per giusta causa o giustificato motivo soggettivo dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione

Il titolo valido per l’ammissione conseguito all’estero deve essere accompagnato dalla dichiarazione di equivalenza con il corrispondente titolo italiano.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione stabilita nel presente avviso.

 

ART. 5 – VALUTAZIONE DEI TITOLI

Sono valutati solo i titoli posseduti dal candidato alla scadenza del termine ultimo per la presentazione delle domande di partecipazione.

 

1) TITOLO D’AMMISSIONE ALLA SELEZIONE — PUNTEGGIO MAX 28 PUNTI

Art. 4 1a – Punti 18 + punti 0,5 per ciascuna unità superiore a 92/110. La lode vale 1 punto.

 

2) ALTRI TITOLI – PUNTEGGIO MAX 18 PUNTI

A.  Altra laurea (articolo 4-1b)- Punti 5

B.* Master universitario in Didattica dell’Italiano come Lingua Seconda di II livello ovvero diploma biennale di specializzazione in didattica dell’italiano a stranieri ovvero dottorato di ricerca pertinente – Punti 10

C.* Master universitario in Didattica dell’Italiano come Lingua Seconda di I livello – Punti 8

D.* Corso di formazione universitario in didattica dell’Italiano come L2 di durata non inferiore a 250 h – Punti 5

E.*Certificazione glottodidattica di II livello (DITALS II) – Punti 5

F.*Certificazione glottodidattica di I livello ovvero certificazione per facilitatore linguistico (DITALS I, DILS, CEDILS, CEFILS) – Punti 4

G. Diplomi e attestati di corsi di formazione o aggiornamento per l’insegnamento dell’Italiano L2/LS della durata non inferiore a 40 ore – Punti 1,5 per ciascun corso frequentato fino a un massimo di due corsi.

(*)  tra B, C, D, E ed F sarà preso in considerazione il titolo più favorevole al candidato e quindi i punteggi non sono cumulabili tra loro.

 

3) CONOSCENZA ALTRE LINGUE – PUNTEGGIO MAX 10 PUNTI

Indicare le altre lingue veicolari conosciute e il livello di conoscenza. 2 punti per ogni lingua conosciuta, di livello almeno B2.

 

4) ESPERIENZE PROFESSIONALI – PUNTEGGIO MAX 26 PUNTI

Si considera solo l’attività di insegnamento dell’italiano come L2/LS a stranieri con più di 16 anni, svolta negli ultimi sei anni in Italia e all’estero presso CPIA/CTP, Istituzioni scolastiche, associazioni/enti di formazione, terzo settore, Centri di cultura italiana, con esclusione delle attività di volontariato e di tirocinio formativo svolte all’interno di un percorso di studio.

A da 0 a 149 ore – Punti 5

B da 150 a 280 ore – Punti 10

C da 281 ore fino a 500 ore – Punti 15

D da 501 fino a 900 ore – Punti 21

E Oltre 900 ore – Punti 26

 

5) ESPERIENZE DI VOLONTARIATO NELL’AMBITO DELL’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANO L2 – PUNTEGGIO MAX 10 PUNTI

Si considera solo l’attività di volontariato nel campo dell’insegnamento dell’italiano L2 che può essere debitamente certificata, svolta negli ultimi 3 anni in Italia associazioni/enti di formazione, terzo settore, Centri di cultura italiana

A Minore di 150 ore – Punti 5

B Maggiore o uguale a 150 ore – Punti 10

Il possesso dei requisiti potrà essere attestato mediante dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000, mediante “ALLEGATO B”. L’Associazione si riserva la facoltà di procedere a idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese.

 

 ART. 6 – COMMISSIONE GIUDICATRICE

La valutazione dei titoli verrà effettuata a insindacabile giudizio da una commissione nominata dal Presidente dell’Associazione capofila, CVM Comunità Volontari per il Mondo.

La Commissione curerà l’ammissibilità delle domande e la valutazione dei requisiti. I 6 candidati con il punteggio più alto, verranno convocati da parte della Commissione per un colloquio valutativo (punteggio max colloquio: 30 punti).

 

ART. 7 – SELEZIONE

Al termine della procedura di selezione la Commissione di cui all’art. 6 selezionerà i 3 docenti, provvederà alla comunicazione diretta e alla pubblicazione della graduatorie sul sito www.cvm.an.it. A parità di punteggio la posizione più favorevole è determinata dalla minore età.

 

ART. 8 – FORMALIZZAZIONE DEL RAPPORTO

Per l’affidamento degli incarichi gli esperti verranno contattati telefonicamente. In caso di mancata accettazione si procederà allo scorrimento della graduatoria. Il personale incaricato sarà inquadrato con contratto di prestazione di lavoro parasubordinato secondo la normativa nazionale vigente, della durata di 11 mesi.

I docenti selezionati, nell’ambito dello svolgimento dell’incarico, dovranno:

  1. rispettare il calendario e l’orario delle lezioni concordato con il coordinatore di progetto;
  2. comunicare tempestivamente al CVM eventuali periodi di assenza;
  3. documentare la propria attività didattica mediante un apposito registro che, al termine dell’incarico, costituirà autocertificazione dell’attività effettivamente realizzata;
  4. compilare e consegnare alla segreteria il riepilogo delle docenze svolte (timesheet);
  5. predisporre e somministrare la verifica di inizio e fine corso e provvedere alla relativa valutazione;
  6. partecipare a specifici momenti di formazione previsti da progetto;
  7. svolgere le funzioni di raccordo, anche logistico, tra la sede del corso, la sede di provenienza dell’utenza e il capofila del progetto;
  8. nel caso di sedi non scolastiche, controllare e agevolare le operazioni di apertura/chiusura e pulizia;
  9. i docenti dovranno partecipare agli incontri di coordinamento del gruppo di italiano L2 previsti ogni 15 giorni

 

ART. 9 – TRATTAMENTO ECONOMICO

Il compenso mensile previsto è pari a € 1.000,00 lordi.

 

ART. 10 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi del D.Lgs n. 196/2003 il CVM si impegna a rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dal candidato. Tutti i dati forniti saranno trattati solo per le finalità connesse e strumentali alla selezione ed alla eventuale stipula e gestione del contratto di lavoro, nel rispetto delle disposizioni vigenti. Titolare del trattamento è il CVM in persona del suo legale rappresentante.

 

ART. 11 – NORME DI SALVAGUARDIA

Per quanto non previsto dal presente bando, si rinvia alle disposizioni normative vigenti in materia.

I dati personali trasmessi dai candidati con le domande di partecipazione alla selezione, ai sensi degli artt. 7 e 13 del D.Lgs. n. 196/2003, saranno trattati per le finalità di gestione delle procedure di selezione.

 

 

Il Presidente CVM

Paolo Padovani

 

Scarica il bando in Pdf

Allegato A

Allegato B

Avviso pubblico per la selezione di 3 docenti esterni esperti nell’insegnamento dell’italiano come seconda lingua