E’ stata la più grande operazione di crowdfounding cinematografico mai realizzato in Italia, grazie al contributo di 2617 finanziatori che dal basso, via internet, hanno dato il loro piccolo contributo monetario fino a permettere l’uscita del film al cinema.

 

‘Io sto con la sposa’ (di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry, Italia – Palestina 2014, 98’), è un’opera a dir poco originale che racconta il viaggio di un finto corteo nuziale, inscenato da un gruppo di profughi siriani diretti in nord Europa. Giovani, anziani e bambini, mascherati da finta carovana nuziale –  con finti sposi novelli e finti parenti al seguito – partono da Milano, attraverso le frontiere della Fortezza Europa, fino a giungere a Malmo, in Svezia. Confine dopo confine, i profughi con le loro avventure mostrano quanto le leggi che vincolano la libertà di movimento siano in profonda contraddizione con la solidarietà che i cittadini sono pronti a portare chi cerca rifugio.

 

Il viaggio della sposa diventa così un atto di disobbedienza civile che smaschera la retorica politica dell’Unione Europea, immergendosi nella condizione reale di chi non può, per leggi puramente arbitrarie, vivere dove vorrebbe.

 

Gabriele Del Grande, l’ideatore del film è uno dei massimi esperti di tematiche migratorie nel panorama europea. Giornalista e autore di libri di inchiesta sui flussi migratori, è anche il blogger di Fortezza Europa, sito ormai di riferimento mondiale sui fatti tragici della migrazione nell’area del Mediterraneo. Il suo film, nato per scommessa, è oramai approdato nei circuiti internazionali e continua ad essere proiettato nei maggiori festival internazionali di cinema (Dubai, Oslo, Lima, Beirut, Toronto, San Sebastian, Wellington) e ad ottenere importanti riconoscimenti, come dal FIFDH di Ginevra e dal Festival du nouveau cinéma italien di Parigi.

 

La proiezione di Io sto con la sposa di domenica 8 novembre ore 17,30 al Fuoriluogo di Ascoli Piceno (dentro il centro commerciale Città delle Stelle) si svolge nell’ambito del progetto ‘Jenga: Costruisci!’ proposto dalla ONLUS giovanile T.i.e.f. – Terra Impegno e Futuro, per l’occasione in sinergia con il Fuoriluogo di Ascoli Piceno. Il progetto ‘Jenga: Costruisci!’ è cofinanziato dalla Regione Marche e vede l’associazione Tief come capofila, sostentuta da CVM – Comunità Volontari per il Mondo, ArTime, Eccofatto e PrimaVera Morrovalle.

 

Il progetto consiste in un percorso condiviso su acqua, cibo e migrazioni. Iniziato a marzo nella città di Fermo, ha poi coinvolto diversi comuni quali Monte Urano, Montegranaro, Morrovalle, promuovendo l’attivismo e la responsabilità giovanile attraverso laboratori, incontri, iniziative e la realizzazione del Tangram Festival.  Fuoriluogo è uno spazio inserito all’interno del Centro Commerciale Ipercoop Città delle Stelle di Ascoli Piceno, nato per volontà di Coop Adriatica con finalità di promozione delle associazioni del territorio che guardano agli ideali e ai valori della solidarietà, della legalità e dell’antifascismo repubblicano.

 

Rifugiati siriani

Anche Tangram Festival sta con la sposa – Film in proiezione domenica
Tag: