Nel mondo 11,2 milioni di bambini di età compresa tra i 5 e i 14 anni sono coinvolti in lavori domestici di cui il 73% sono bambine e ragazze. 

Non andranno più a scuola. Non vedranno più le amiche. Probabilmente non vedranno mai più i fratelli e non potranno ricongiungersi con la famiglia di origine. Non potranno comunicare con loro. Lavoreranno tutti i giorni per guadagnare 18 euro al mese che lo stesso procacciatore spedirà a casa. Non avranno nessuna sicurezza, né tutela contrattuale. Non solo, ciò che rischiano è tanto, troppo per essere solo bambine: le ragazzine come Salomè, anche più piccole di lei, o donne come Sisay, vengono spesso picchiate, abusate ed esposte al contagio dell’HIVE così scompaiono rapidamente dal mondo.

Guarda il documentario sulle domestic workers (2019)